Depressione post partum, la depressione per la nascita di un figlio

23 Set 2022 | Blog

La gravidanza produce emozioni positive e dolci, gioia, tenerezza, speranza, ma soprattutto amore.

I genitori aspettano con trepidazione di poter abbracciare il loro bambino.

L’attesa di un figlio mette in atto un profondo cambiamento nella mamma che lo aspetta, cambia il corpo, l’immagine di se, le energie, anche nella coppia i ruoli si modificano.

 

Gli effetti dell’arrivo di un figlio

L’arrivo di un figlio produce anche timori, paure e preoccupazioni che possono portare ansia, insicurezza, irritabilità e a volte depressione. Il benessere fisico e emotivo della donna è importante per essere una brava mamma, in quanto il saper prendersi cura di se stessi pone le basi per sapersi prendere cura del proprio bambino.

Sia la gravidanza che il parto, pur essendo eventi naturali e fisiologici, producono uno stress mentale e fisico nella donna.

Il momento dopo il parto è una fase delicata in cui la mamma deve concentrarsi sul proprio bambino, istaurare la relazione e dedicarsi totalmente a lui.

 

Depressione per la nascita di un figlio

A volte la neomamma può manifestare leggeri sintomi depressivi, causati anche da una brusca riduzione degli ormoni e dalla stanchezza.

E’ importante capire se è una sintomatologia passeggera o se è una vera e propria depressione.

Fattori che incidono nella comparsa della depressione post partum sono: stravolgimenti ormonali, il trauma del parto, solitudine, difficoltà economiche, relazione di coppia conflittuale, mancanza di sostegno, complicazioni dopo il parto, difficoltà ad allattare, diminuzione delle ore di sonno.

 

Depressione post partum Baby Blues

Esiste una leggera depressione post partum chiamata “baby blues”, si manifesta con crisi di pianto immotivate, umore instabile, ansia, nervosismo, irritabilità, tristezza, difficoltà di concentrazione e insonnia; questa forma depressiva non compromette le attività quotidiane della neomamma e si risolve in circa dieci giorni.

La sintomatologia depressiva se continua a durare nel tempo, può trasformarsi in depressione post partum, generalmente si evidenzia un mese dopo il parto e peggiora verso il terzo mese.

 

I sintomi della depressione per la nascita di un figlio

I sintomi della depressione post partum sono: eccessiva tristezza e sconforto non giustificati, sensazione di non avere energia e di non essere capaci di accudire il proprio figlio, disturbi dell’appetito, pianto immotivato, oscillazioni dell’umore, ansia, isolamento, irritabilità, frustrazione, diminuzione dell’autostima, difficoltà a mettersi in relazione con il figlio, senso di colpa, stanchezza eccessiva, difficoltà a concentrarsi e a prendere decisioni, pensieri di morte, di far male a se o al bambino.

L’ansia e sentimenti negativi la madre li prova nei confronti del bambino.

La depressione post partum può interferire con il legame madre – figlio e causare gravi problemi familiari e un trauma forte nel bambino.

 

La mia esperienza professionale sulla depressione post partum

Una mia paziente di quarantacinque anni ha portato con se il trauma del freddo legame con la madre per tutta la sua vita, ciò ha condizionato la sua autostima e le sue relazioni. Ricorda ancora quando la mamma, che aveva sofferto di depressione post partum, la guardava con freddezza e non la considerava.   

Nel caso di depressione post partum è importante chiedere tempestivamente aiuto ad uno psicoterapeuta per riuscire a curarla.

I colloqui terapeutici permetteranno alla madre, di essere accolta, sostenuta, ascoltata, di eliminare la vergogna e il senso di colpa, ritrovare la propria autostima e immagine di se.

Il percorso consentirà alla donna di ritrovare la fiducia nelle proprie capacità di madre e di ricostruire la relazione con il proprio bambino.

Per evitare di soffrire di depressione post partum è utile: riposarsi mentre riposa il bambino, chiedere aiuto e farsi aiutare nelle incombenze familiari e domestiche, ascoltarsi e trovare anche del tempo per se stesse, ridimensionare le aspettative e fare ciò che si riesce, non isolarsi e fare passeggiate o attività insieme al proprio bambino.

 

Come curare la depressione post partum

Attraverso il mio metodo di lavoro, composto da un percorso terapeutico di Analisi Bioenergetica di sole 6 ore, è possibile curare la Depressione e vivere meglio!

Inizia ora a vivere meglio!

Dott.ssa Valentina Calzi, Psicologa clinica e Psicoterapeuta a Milano con specializzazione in Analisi Bioenergetica, conseguita presso S.I.A.B., affiliata all’International Institute for Bioenergetic Analysis (I.I.B.A.) di New York, fondata da Alexander Lowen.

Tel. 339.4012023 – Email: valentinacalzi@libero.it

Come posso aiutarti?
Scrivimi, ti risponderò subito!

Come posso aiutarti? Scrivimi, ti risponderò subito!

Privacy

× Sono online! Come posso aiutarti?