Ansia di prendere il treno, conosciamo la siderodromofobia

24 Ago 2022 | Blog

Ansia di prendere il treno: Molte persone manifestano una vera e propria paura di viaggiare in treno.

La paura di prendere il treno si chiama siderodromofobia, spesso è accompagnata anche dall’ansia di prendere la metropolitana e l’aereo.

 

Ansia di prendere il treno

Questa fobia crea nella persona una paura persistente e irrazionale di viaggiare in treno, può derivare da eventi negativi o traumi vissuti in precedenza o per una predisposizione a soffrire di disturbi d’ansia, ad esempio claustrofobia, agorafobia, fobia sociale o attacchi di panico.

La claustrofobia è una forte paura dei luoghi chiusi, ad esempio come il treno in cui non si possono aprire i finestrini e si può scendere quando si vuole.

L’agorafobia è la paura di trovarsi in situazioni in cui non si può fuggire, né ricevere aiuto in caso di pericolo.

Fobia sociale, ansia di esporsi a situazioni sociali in cui ci sono altre persone.

Gli attacchi di panico sono caratterizzati dall’insorgenza di un fortissimo senso di paura, disagio e ansia.

Chi soffre della paura di prendere il treno può sviluppare veri e propri sintomi, anche al solo pensiero di viaggiare in treno, come: tremori diffusi nel corpo, sudorazione, confusione mentale, sensazione di svenimento, dolori addominali, tachicardia, affanno, sensazione di soffocare e di non riuscirsi a muovere.

Chi soffre della paura di viaggiare in treno a causa della eccessiva ansia mette in atto condotte di evitamento, questo crea un limite e un intralcio alla vita quotidiana.

Riconoscere il problema e chiedere aiuto a uno psicoterapeuta è il primo passo verso il superamento e la risoluzione dell’invalidante paura di prendere il treno.

 

La mia esperienza sull’ansia di prendere il treno

Una mia paziente non riusciva a viaggiare in treno e in metropolitana, l’ansia si trasformava in veri e propri attacchi di panico con sensazione d’immobilità, di soffocamento, la chiusura di quei luoghi la terrorizzava fino a non riuscire più a viaggiare.

Questa paura irrazionale aveva conseguenze sulla vita familiare, sociale e lavorativa.

Attraverso i colloqui e una tecnica guidata immaginativa è riuscita a prendere consapevolezza dell’origine della sua a paura e attraverso tecniche di respirazione e un’esposizione graduale ai treni è riuscita a superare l’ansia e ora viaggia in treno con serenità.

Un percorso psicoterapeutico è fondamentale per superare la paura di prendere il treno, le sedute aiutano il paziente indagare e comprenderne le cause alla base di questo disturbo, a individuare i pensieri ricorrenti disadattivi e sostituirli con pensieri positivi e funzionali per la salute della persona.

Tecniche di respirazione e di rilassamento specifiche, la visualizzazione e strategie comportamentali, come una graduale esposizione ai treni, permetteranno con successo e più velocemente di quanto si pensi di superare la paura di prendere il treno.

In 6 ore si può cambiare vita e tornare a vivere meglio.

Dott.ssa Valentina Calzi, Psicologa clinica e Psicoterapeuta a Milano con specializzazione in Analisi Bioenergetica, conseguita presso S.I.A.B., affiliata all’International Institute for Bioenergetic Analysis (I.I.B.A.) di New York, fondata da Alexander Lowen.

Tel. 339.4012023 – Email: valentinacalzi@libero.it

Come posso aiutarti?
Scrivimi, ti risponderò subito!

Come posso aiutarti? Scrivimi, ti risponderò subito!

Privacy

× Sono online! Come posso aiutarti?