Chi sono    Ansia    Depressione    Paure    Blog    Prenota

6 ore per vivere meglio

Come eliminare l’ANSIA >>

Come curare la DEPRESSIONE >>

Come superare le PAURE >>

Ansia da prestazione sessuale, come curarla e vivere meglio

5 Ott 2022 | Blog

Ansia da prestazione sessuale è l’argomento di oggi: La sessualità dovrebbe essere vissuta in modo piacevole e spontaneo, non sempre è così.

La paura di fallire, di non soddisfare e di deludere il partner, la non complicità, le tensioni, i conflitti possono creare difficoltà e ostacolare i rapporti sessuali. Spesso il disturbo si manifesta a livello corporeo, ma nasce dalla mente.

 

Cos’è l’ansia da prestazione sessuale

L’ansia da prestazione sessuale è un auto-preoccupazione che si manifesta ogni volta che la persona si trova in una situazione di intimità ad affrontare l’atto sessuale, non permette di essere sereni e rilassati, ciò non consente il raggiungimento del piacere.

Spesso le persone legano la qualità della prestazione sessuale al valore personale.

 

Chi soffre di ansia da prestazione

Sia donne che uomini possono soffrire di ansia da prestazione sessuale con una diversa sintomatologia.

Alcuni fattori che possono scatenare questo disturbo sono: tensioni all’interno della coppia, paura del confronto con le relazioni precedenti del partner, problemi quotidiani, il non essere riusciti in una prestazione, insicurezza, rigidità, paura di non essere all’altezza, eccessivo controllo di se stessi e della situazione, depressione.

Anche rabbia, ferite emotive, un amore patologico, senso di frustrazione possono portare a difficoltà nelle esperienze sessuali.

 

Ansia da prestazione sessuale nell’uomo

Nell’uomo l’ansia da prestazione può causare disfunzione erettile, eiaculazione precoce, inibizione dell’orgasmo, diminuzione della libido o calo del desiderio.

 

Ansia da prestazione sessuale nella donna

Nelle donne si manifesta con il non riuscire a raggiungere l’orgasmo e il piacere, forte dolore genitale durante la penetrazione e a volte anche durante il rapporto, vaginismo, disturbo dell’eccitazione e calo del desiderio.

Se si soffre di questo disturbo non bisogna vergognarsi, isolarsi, ma è importante chiedere aiuto ad uno psicoterapeuta in modo da risolvere il problema e far si che non si cronicizzi.

 

La mia esperienza professionale sull’ansia da prestazione

Ricordo le difficoltà iniziali di un mio paziente nel parlare di questo suo problema, era imbarazzato, ma subito dopo la prima seduta era felice di aver potuto condividere la sua difficoltà.

Un’esperienza di insuccesso lo ha portato a sviluppare ansia, l’eccessiva paura che si verificasse un nuovo fallimento, ha innescato un circolo vizioso che ha fatto nascere ulteriori difficoltà e insuccessi, minando l’autostima e portandolo ad evitare i rapporti.

Il chiedere aiuto e il lavoro fatto su sè stesso gli hanno permesso di ritrovare il successo, il piacere e la serenità nell’esperienza sessuale, anche la sua crisi matrimoniale si è risolta.

Anche nelle donne l’ansia da prestazione è invalidante, una mia paziente provava così tanto dolore durante la penetrazione da non riuscire ad avere più rapporti con il suo compagno, il solo pensiero la terrorizzava, si sentiva in colpa e stava mettendo in crisi il rapporto.

 

Come eliminare l’ansia

Il precorso terapeutico attraverso esercizi specifici di bioenergetica e rilassamento hanno permesso di prendere consapevolezza dell’origine del problema e a sconfiggere il blocco sessuale che stava vivendo, ritornando a vivere serenamente con complicità e desiderio  i rapporti intimi.

Chiedere aiuto è importante per risolvere realmente il problema, i farmaci possono aiutare, ma non risolvono il disturbo, inoltre creano dipendenza.

Il percorso psicoterapeutico consente di prendere consapevolezza dell’origine del problema e delle cause che hanno scatenato il disturbo, delle emozioni e insicurezze che sono nate e di lavorare sull’ansia.

Modificare gli schemi disfunzionali e lavorare sui processi autosabotanti, che sono alla base dell’ansia, consentirà di gestirla e di risolvere il disturbo d’ansia da prestazione sessuale.

Nei colloqui l’uso di tecniche di rilassamento, esercizi di bionergetica e la respirazione aiutano a sciogliere i blocchi e a diminuire l’ansia da prestazione sessuale velocemente.

Tornare a vivere con piacere, serenità e spontaneità la sessualità è possibile.

In 6 ore si può cambiare e tornare a vivere meglio!

 

 

Dott.ssa Valentina Calzi, Psicologa clinica e Psicoterapeuta a Milano con specializzazione in Analisi Bioenergetica, conseguita presso S.I.A.B., affiliata all’International Institute for Bioenergetic Analysis (I.I.B.A.) di New York, fondata da Alexander Lowen.

Tel. 339.4012023 – Email: valentinacalzi@libero.it

Come posso aiutarti?
Scrivimi, ti risponderò subito!

Come posso aiutarti? Scrivimi, ti risponderò subito!

Privacy

× Sono online! Come posso aiutarti?