Paura di non rimanere incinta, l’ansia da concepimento

28 Ago 2022 | Blog

Paura di non rimanere incinta: Molte coppie in certo momento della loro vita desiderano avere un figlio e cercano di avverare questo sogno.

Provano a raggiungere con costanza il concepimento, ma non sempre avviene velocemente, il passare del tempo e il risultato negativo a ogni test di gravidanza crea nella coppia delusione, i partner sentono una frattura tra le loro aspettative e la realtà.

Questa delusione può portare a sviluppare stress e ansia. 

 

Ansia da concepimento

La paura di non riuscire a rimanere incinta è chiamata ansia da concepimento.

L’ansia da concepimento porta la donna a un rimugino costante e ossessivo riguardo la paura di non riuscire a avere figli, che può compromettere la serenità di se stessi e di coppia.

Quest’ansia e i continui pensieri negativi possono portare a stress, depressione, nervosismo, irritabilità, disturbi del sonno, difficoltà di concentrazione, bassa autostima, inadeguatezza e senso di colpa.

L’ansia da concepimento può creare anche una frattura nella coppia.

Inizialmente i partner cercano in ogni modo di facilitare il concepimento per raggiungere il loro obiettivo, a volte in modo eccessivo e meccanico, fino a spegnere il desiderio sessuale, dopo diversi insuccessi entrano nella fase della rassegnazione e perdono la speranza, la donna si sente affranta, triste, avvilita, arrabbiata e in alcuni casi mette in discussione la relazione amorosa fino a rifiutare il partner.

Lo stress e l’ansia da concepimento hanno ripercussioni sia sull’aspetto psicologico che su quello fisiologico, alterano il nostro equilibrio e diminuiscono la possibilità di concepimento.

 

La mia esperienza professionale sulla paura di non rimanere incinta

Una mia paziente era ossessionata dall’ansia da concepimento, ricordo i suoi racconti da cui emergevano i suoi sforzi continui per raggiungere la gravidanza.

La sessualità con il partner era scandita da orari e giorni propizi, tutto era meccanico e non spontaneo.

Le continue delusioni a ogni test di gravidanza l’hanno portata a mettere in discussione la sua vita e la sua relazione sentimentale.

Oltre a un forte stress emotivo provava rabbia e senso di impotenza. I colloqui le hanno permesso di ritrovare la serenità, il proprio equilibrio, e risolvere i problemi di coppia.

Attraverso la respirazione ha imparato a conoscere il suo corpo e la sua mente, liberandosi dell’ansia da concepimento.

Una volta trovato l’equilibrio è rimasta incinta e ha potuto realizzare il suo sogno.

 

Come curare l’ansia da concepimento

Quando l’ansia da concepimento è eccessiva e diventa un’ossessione costante è importante iniziare un percorso psicoterapeutico.

I colloqui aiuteranno a sbloccare questo blocco interiore, diminuire l’ansia e lo stress di non riuscire a avere figli, la respirazione e la tecnica guidata immaginativa consentiranno di ritrovare il proprio equilibrio interiore per riuscire ad essere pronti al concepimento.

L’ansia di non avere figli si trasferisce dalla mente al corpo creando interferenze

Spesso molte coppie arrivano alla gravidanza quando abbandonano l’ossessione di avere un figlio e si concentrano felicemente sulla vita personale e di coppia creando così uno stato di benessere mentale e corporeo.

Dott.ssa Valentina Calzi, Psicologa clinica e Psicoterapeuta a Milano con specializzazione in Analisi Bioenergetica, conseguita presso S.I.A.B., affiliata all’International Institute for Bioenergetic Analysis (I.I.B.A.) di New York, fondata da Alexander Lowen.

Tel. 339.4012023 – Email: valentinacalzi@libero.it

Come posso aiutarti?
Scrivimi, ti risponderò subito!

Come posso aiutarti? Scrivimi, ti risponderò subito!

Privacy

× Sono online! Come posso aiutarti?